RESPONSABILE DISTRIBUZIONE E SVILUPPO, FIBRO
INTERVISTA A STEFAN GASCHIK

Scheda

Stefan Gaschik

In LÄPPLE dal 1984

In FIBRO dal 1995

Le mie mansioni

Responsabile Distribuzione e sviluppo


Ci può descrivere brevemente la sua carriera professionale?

 

La mia storia in LÄPPLE è divisa in due parti. Nel 1984 ho imparato qui il lavoro di meccanico. Dopo un anno nel reparto prove ho lasciato l'azienda e poi ci sono tornato nel 1995, ma come ingegnere di vendita e responsabile della distribuzione. Oggi dirigo la distribuzione e lo sviluppo nel settore FIBRO Tavole rotanti.

 

Cosa apprezza in particolare del suo lavoro?

 

Amo la tecnologia e mi sento particolarmente stimolato non solo dalla tecnologia in sé, ma anche dall'opportunità di portarla ai clienti e di parlarne con i colleghi. Questa è la sua attrattiva, a cui si aggiunge anche la dimensione internazionale dell'azienda. Abbiamo diverse sedi nel mondo a cui bisogna fare visita. Mi piace offrire supporto ai colleghi sul posto e tutto questo mi stimola a compiere il mio lavoro.

 

Quali sono le esigenze di un cliente interessato a una tavola rotante?

Una tavola rotante deve rispondere a varie esigenze come requisiti tecnologici, maggiore rapidità e robustezza, capacità di sostenere carichi più elevati, ecc. Un'altra richiesta, che costituisce una sfida per tutti noi, riguarda l'adattamento del prodotto alla macchina del cliente. E, ovviamente, dobbiamo anche fare attenzione ai costi. Da noi il cliente ottiene non solo la tecnologia ma, com'è logico, anche una data di consegna.

 

Quali sono i temi che la stanno particolarmente impegnando?

Tra i temi più importanti figura al momento l'internazionalizzazione: dobbiamo non solo essere presenti e fornire consulenza ai clienti in tutto mondo, ma anche strutturare la produzione e il montaggio in un'ottica internazionale. Si tratta certamente di costi, ma anche di vicinanza ai clienti e prestazioni di consegna.

L'Asia, per esempio, è un grande mercato internazionale per la meccanica che ha i suoi centri in Cina e India. In questi due paesi stiamo allestendo la produzione e il montaggio.

A noi resteranno da gestire gli aspetti legati alla distribuzione: in altre parole, abbiamo addetti alle vendite nelle varie sedi internazionali che riceveranno da noi documentazione tecnica e offerte.

 

In che misura un concetto chiave come lean management riguarda anche FIBRO?

Il lean management è un tema fondamentale, oggi più importante che mai. In buona sostanza, si possono ridurre i costi solo snellendo opportunamente tutte le fasi e le procedure fino all'ultimo processo di montaggio e spedizione. E, a tale proposito, stiamo compiendo grandi sforzi per migliorare notevolmente in tutti i reparti.

 

Cosa distingue FIBRO dalla concorrenza?

FIBRO è più precisa e veloce, ha una gamma prodotti notevolmente più ampia ed è molto vicina ai clienti. Una particolare specialità di FIBRO è la personalizzazione, ossia la capacità di realizzare applicazioni su misura per i clienti.

 

 

Quali sono i vantaggi di far parte del Gruppo LÄPPLE?

In un grande gruppo di imprese ci sono meno difficoltà. In più si aggiungono vantaggi come il programma di formazione e perfezionamento di LÄPPLE, che porta apprendisti sempre nuovi nelle singole società. Per me agire con la forza di un gruppo di imprese di notevoli dimensioni costituisce un grosso punto di vantaggio.

 

Può farci un esempio di questa forza del gruppo?

Creiamo sinergie tra i singoli membri del gruppo. Ad esempio forniamo tavole rotanti che LÄPPLE utilizza per gli impianti di produzione e che FLT monta nei suoi impianti.

 

Che cosa la motiva a venire qui ogni giorno?

Penso che qui, in questo settore, si possano mettere in moto tanti progetti in collaborazione con i colleghi e il Gruppo LÄPPLE, ma anche con la Direzione e i quadri dirigenti. Ogni giorno sono motivato dalle novità, dalle sfide sempre diverse, dalla collaborazione con le persone e anche dalla dimensione internazionale del lavoro con i colleghi.